Tra il romanticismo della tradizione e l’azzardo dell’innovazione